Dermatite

Quando parliamo di dermatite parliamo di una condizione della pelle abbastanza delicata e magari avremmo avuto anche a che fare con questo problema, oppure avremo avuto dei nostri parenti o dei nostri amici che hanno sofferto per questa irritazione e infiammazione della pelle perché poi di quello si tratta.

 

Dobbiamo subito iniziare a dire che non possiamo assolutamente parlare di dermatite al singolare perché ce ne stanno di diverse forme e parliamo di dermatite atopica o seborroica o da contatto dipendendo dalla situazione specifica.

 

In generale questa condizione potrà causare prurito, desquamazione e gonfiore della pelle con tutti i disagi e fastidi del caso, oltre a degli arrossamenti che ci possono sempre essere, e comunque questa dermatite può essere sia cronica che acuta e influisce in negativo sulla qualità della vita delle persone che ne soffrono.

 

In un contesto del genere è chiaro che la figura del dermatologo o della dermatologa è decisiva sia nella parte diagnosi che, come dicevamo all’inizio, serve anche per capire di quale dermatite stiamo parlando e poi anche per la parte del trattamento e della gestione della stessa.

 

Naturalmente poi un dermatologo si prenderà cura di tante cose che ci riguardano e che riguardano malattie della pelle o dei capelli o delle unghie e questo perché si parla di specialisti che hanno una certa conoscenza rispetto alle condizioni della pelle e alle cause sottostanti.

 

Quando ci si rivolge ad uno specialista del genere per una potenziale dermatite prima di tutto lo stesso dovrà fare una dettagliata anamnesi per poter raccogliere delle informazioni su condizione mediche e pregresse o magari sulla storia familiare, e intendiamo dire che magari qualcun altro della nostra famiglia avrà avuto lo stesso problema e anche sulle nostre abitudini di vita.

 

Tutto ciò è importante per andare in profondità rispetto alle cause di quella dermatite e quindi capire se ci sono altri fattori che l’hanno influenzata quali squilibri ormonali, o infezioni o allergie o irritazioni per fare degli esempi.

 

A quel punto lo specialista in questione potrà fare un’analisi attenta della pelle per cercare segni e sintomi o anche fare dei test allergici e delle biopsie cutanee poi fosse necessario e per una diagnosi più approfondita.

 

Non bisogna mai sottovalutare l’importanza della diagnosi di una qualsiasi patologia

 

Come dicevamo dal titolo di questa seconda parte, comunque, la diagnosi è fondamentale per poi poter prescrivere un trattamento adeguato che potrebbe riguardare creme o unguenti topici che servono a ridurre l’infiammazione ed alleviare i sintomi di arrossamento e prurito.

 

Fermo restando che in certi casi potrebbe essere anche importante prescrivere dei farmaci orali o delle iniezioni e si parla di infiammazioni più gravi.

 

In ogni caso a prescindere dalla diagnosi e a prescindere dai trattamenti molto importanti sono i suggerimenti che il dermatologo dà rispetto all’igiene quotidiana e quindi rispetto all’uso di detergenti e prodotti per la cura della pelle.

 

Questo significa che potrà consigliare di evitare alcuni prodotti che hanno delle sostanze irritanti o allergeni che poi possono essere concausa di questa patologia così fastidiosa.

Assistenza domiciliare

Non è facile parlare di assistenza domiciliare semplicemente perché l’argomento è molto vasto e abbraccia varie figure professionali e vari servizi, tutti molto importanti e quindi sarebbe difficile creare una sorta di classifica ed è meglio fare solo degli esempi.

 

Se parliamo di figure professionali in questo ambito non possiamo non menzionare la figura della badante che possiamo dire senza problemi e sempre lo diciamo quando parliamo di questi argomenti, che è una figura centrale nella nostra società occidentale e in particolare nella società europea e ancora di più nella società italiana.

 

Questo perché l’invecchiamento della popolazione galoppa ogni anno di più e si prevede che tra qualche anno, o forse decenni al massimo si arriverà alla maggioranza di persone che avranno più di 60 anni.

 

Può darsi che magari con il passare del tempo e con le scoperte della medicina il nostro periodo come anziani sarà più lungo e soprattutto sarà più sereno rispetto ad ora, però per ora i fatti sono questi.

 

E cioè che comunque si arriva a un certo punto che in una famiglia non si può non prendere in considerazione la possibilità di trovare una badante e può essere una badante a ore o una badante convivente o una badante notturna, dipendendo dalle esigenze di quella specifica famiglia e non tutte si trovano nella stessa condizione.

 

Ad esempio, magari si possono trovare con delle persone anziane in casa che hanno difficoltà e parliamo di genitori o nonni chiaramente, però siccome loro lavorano da casa possono stare vicino ma non ci possono stare la notte per qualche altro motivo perché fanno un turno magari con il lavoro, ed è chiaro che hanno bisogno di una badante notturna per esempio.

 

Non è facile fare questo lavoro durante le loro notturne perché magari la persona anziana in questione può stare male proprio in quelle ore e in quel caso avrebbe bisogno di conforto oltre ad una camomilla, oppure essere accompagnata dal bagno in caso di necessità e sono solo degli esempi.

 

Spesso non ci sono altre alternative rispetto all’assunzione di una badante convivente

 

In realtà non è tanto come dicevamo nel titolo di questa seconda parte e cioè che comunque non ci sono altre alternative rispetto all’assunzione di una badante conveniente in certi casi, ma solo che quelle alternative in realtà sono peggiori.

 

Nel senso che, se per caso ci troviamo di fronte ad una persona anziana che praticamente non è più autosufficiente e ha bisogno di aiuto anche per la sua igiene personale se non si assumesse una badante convivente e l’alternativa sarebbe quella di doverla portare in una residenza per anziani a lungo termine e questo non tutti lo gradiscono per usare un eufemismo.

 

Per questo è molto meglio concentrarsi semmai sul trovare una badante che possa andare bene a tutta la famiglia e con la quale ci si possa mettere d’accordo anche per le questioni pratiche, che poi significa mettersi d’accordo sulla questione contrattuale che riguarda lo stipendio, le ferie o le pause per fare degli esempi.

Assistenza sanitaria

Andiamo a vedere quanto è importante l’assistenza sanitaria privata legata alle ambulanze private perché si parla di due cose che hanno un ruolo cruciale nella società moderna, nel senso che nella pratica offrono una soluzione tempestiva e flessibile per tutte quelle che sono le esigenze legate alla salute dei cittadini.

 Si tratta di servizi che si caratterizzano per essere un’integrazione significativa del sistema sanitario pubblico, visto che contribuiscono a garantire una risposta personalizzata immediata alle situazioni di emergenza, e alla gestione di patologie che non sono tra quelle urgenti, e per le quali bisogna chiamare il 118 per l’ambulanza classica, la quale però non si occupa di altre cose per motivi di risorse e di personale.

Quindi le ambulanze private svolgono un ruolo fondamentale quando si tratta di offrire soccorso medico tempestivo perché comunque sono dotate di tecnologie avanzate, ma anche di personale qualificato: il mix di queste cose fornisce una rapida alternativa e opzione a quelli che sono i mezzi emergenze pubblici.

 Si tratta di mezzi che possono fare la differenza soprattutto in quelle città che sono complicate per via del caos e del traffico, come per esempio Roma, o altre metropoli nelle quali è più difficile fare intervenire l’assistenza sanitaria pubblica.

Garantiscono quindi una rapidità di intervento e di efficacia, che può essere determinante, non solo in contesti gravi, ma anche semplicemente per spostarsi da una struttura sanitaria all’altra, per fare visite mediche o periodo di riabilitazione.

 La cosa vale soprattutto per quelle persone che hanno difficoltà a spostarsi per motivi di deambulazione con i veicoli classici e le macchine o i servizi ai mezzi pubblici. Teniamo presente che un’assistenza di tipo privato nell’ambito sanitario può offrire tutta una serie di servizi, al di là delle emergenze, nel senso che per esempio propone cure specializzate, nonché consulenze rapide direttamente personalizzate, senza che la persona sia costretta a rispettare i lunghi tempi di attesa legati ai servizi pubblici.

 Possiamo quindi dire che le persone che scelgono l’assistenza privata e sanitaria possono beneficiare di un maggiore livello di Comfort e di una personalizzazione dei trattamenti.

 

Vantaggi principali dell’ambulanza privata

In un’ottica di assistenza privata e sanitaria possiamo dire che l’ambulanza privata offre tantissimi vantaggi agli utenti, partendo dal fatto che si rende disponibile sotto prenotazione, la quale è molto importante perché consente al cittadino di poter essere organizzare con i soldi perché si avrà il preventivo e il costo del servizio.

 Ma anche perché potrà fornire la sua cartella clinica in modo che lo staff medico si organizzi su quello che sarà il personale di bordo presente, nel senso che se parliamo di una persona che ha problemi di salute gravi, significa che durante il viaggio potrebbe avere bisogno di rianimazione.

Ed ecco perché ci sarà bisogno di medici specializzati, mentre se parliamo di una persona che ha bisogno semplicemente di andare da una struttura all’altra, e ha problemi di deambulazione, le cose cambiano perché sarà presente a bordo solo il personale basico.

 Parliamo in definitiva di un servizio attivato a pagamento che però può essere veramente utile per quelle persone che hanno fretta di risolvere dei problemi.

Trasferimento infermi

In questo articolo vogliamo parlare del trasferimento infermi che viene fatto di solito con l’ambulanza privata, e che rappresenta un processo complesso che può coinvolgere diverse modalità tra cui questa, che risulta diversa dal trasferimento tradizionale, e che può svolgere un ruolo significativo nell’ambito sanitario, visto che offre delle grandi opportunità per un trasporto sicuro e tempestivo di pazienti che sono in brutte condizioni come nel caso degli infermi.

Ora andiamo ora ad esaminare tutte quelle che sono le metodologie e le implicazioni per la cura del paziente, attraverso questa modalità cercando di vedere anche quali sono le sfide che possono nascere in questi casi.

Come dicevamo questo trasferimento a volte implica l’utilizzo di ambulanze private, oppure altri mezzi di trasporto specializzati dove c’è personale comunque medico e sanitario, e che si basa anche sulla competenza di conducenti qualificati, che gestiscono il trasporto del paziente dal luogo all’altro.

 Il personale presente a bordo è formato e addestrato nell’ottica di garantire ai clienti ai pazienti un trasferimento sicuro e confortevole rispettando le loro esigenze, ed essendo anche vantaggiose in termini di efficienza e tempestività, considerando che le ambulanze private spesso sono in grado di rispondere correttamente alle richieste di trasporto, riducendo i tempi di attesa che ci sono con quelle pubbliche e contribuendo in maniera significativa al miglioramento dell’accesso di queste persone alle cure sanitarie.

 Tutto questo può essere utile soprattutto in situazioni dove la presenza di personale infermieristico specializzato è possibile, ma non è nell’ambito pubblico che già è occupato con altre cose.

Ma anche in questo caso il paziente ha bisogno di un trasporto sicuro affidabile, ed è disposto ad accedere ad aziende private anche a pagamento.

 

L’importanza delle tecnologie e delle attrezzature presenti a bordo

Diciamo subito che l’evoluzione della tecnologia in questi anni ha contribuito in maniera significativa a migliorare il trasferimento degli Infermi nelle ambulanze private, le quali essendo moderne sono dotate di dispositivi avanzati di comunicazione e monitoraggio.

 Di conseguenza queste ambulanze hanno la possibilità di essere in costante collegamento con le strutture sanitarie di destinazione.

Queste tecnologie quindi faciliteranno la gestione delle emergenze, fornendo un supporto da parte di personale infermieristico qualificato, e migliorando la sicurezza complessiva del trasferimento.

 Non dimentichiamo che all’interno delle ambulanze private non solo c’è personale formato e qualificato come quello che troviamo in quelle pubbliche per dare la massima garanzia ai pazienti, ma ci sono anche tutti gli strumenti medici che servono in questi casi per monitorare, e a volte anche rianimare il paziente.

Infatti è proprio la legge che, per tutelare le persone obbliga le aziende di ambulanze private ad avere queste cose all’interno, tenendo presente che comunque parliamo di un servizio che deve essere prenotato in anticipo sia per avere i preventivi, e per capire quanto spendere e rendersi conto del budget da mettere a disposizione, ma anche per essere sicuri che il veicolo sia libero in tale giorno.

 Oltre al fatto che l’azienda vorrà sapere le condizioni di salute del paziente, e chiederà anche la cartella clinica, in modo da organizzare bene il personale a bordo.

Ambulanza privata per concerti

Contattare un’ambulanza privata per concerti ci servirà soprattutto sullo schema organizzando che la stessa cosa vale per altri eventi culturali, soprattutto se avvengono durante l’estate all’aperto, e soprattutto se ci sono previste molte persone perché col caldo si può creare una folla che potrebbe portare a dei problemi fisici per alcune persone.

 Quindi sarà fondamentale rivolgerci a questo tipo di azienda perché parliamo di un servizio che si occupa proprio di fornire ambulanze private insieme al personale sanitario all’interno, che serve per operare perché solo in questo modo se una persona dovesse avere un problema durante l’evento potrà esserci a sua disposizione qualcuno che le farà un primo soccorso e visita, per poi eventualmente porterò all’ospedale se c’è bisogno.

In questo modo quindi le persone saranno sicure e non si troveranno perse e sole perché teniamo presente quando parliamo di folle con tantissime persone dentro la grande manifestazioni in alcuni casi può essere difficile anche raggiungere l’uscita.

Questa è una cosa che capita proprio nei concerti dei grandi artisti dove è anche difficile solo spostarsi per andare in bagno, perché magari si ha paura di perdere il posto, o semplicemente perché c’è troppa folla, e c’è un po’ il senso di claustrofobia.

Se una persona dovesse sentirsi male avremmo anche difficoltà ad accompagnarla con la nostra macchina perché non riusciremo nemmeno a raggiungere il parcheggio, che magari è molto distante.

 Quindi per non rischiare gli organizzatori dei concerti di altri eventi simili devono chiamare le ambulanze private che sono posizionate nei punti strategici cioè dove viene aperta una breccia strategica, in modo che le persone possano raggiungere in maniera abbastanza semplice e soprattutto rapido, avendo poi a che fare col personale sanitario che può intervenire, portando una barella oppure no.

 Tutto questo è molto importante perché in occasione delle grandi manifestazioni come i concerti di alto livello i valori guarda caso si moltiplicano, proprio perché le persone stanno molto vicine tra di loro e la temperatura si alza notevolmente, proprio per questo tipo di calca, portando a problemi fisici.

 

Altra circostanza nella può essere utile un’ambulanza privata

Diciamo subito che le ambulanze private non le possiamo o dobbiamo solo chiamare nel momento in cui vogliamo organizzare un concerto o una grande manifestazione, perché può essere utilizzabile anche per un tipo di trasporto specifico magari da un ospedale a un altro, o da una struttura sanitaria al domicilio, perché magari quella persona o deve fare delle visite specialistiche per curare la sua salute, o deve tornare a casa dopo essere stata dimessa, giusto per fare due esempi, però è in condizioni di salute orale da non poter essere messa con facilità in un veicolo classico, oppure non ha chi la accompagna.

Ed ecco perché in questo caso è bene avere a che fare con questo servizio privati a pagamento, che però si occupa di integrare quello sanitario che non avrebbe né le risorse e né i soldi per poter accontentare tutti.

 In questi casi quello che bisogna fare è prenotare il servizio per essere sicuri che è disponibile chiedendo anche dei preventivi personalizzati.

Misurazione pressione a domicilio

In questo articolo vogliamo esplorare il ruolo cruciale che ha un infermiere nella misurazione pressione a domicilio perché è inutile negare che vivere la convalescenza nel comfort della propria casa è un privilegio, che molte persone amano, specialmente appunto quando si tratta di gestire problemi abbastanza complessi.

Sotto questo punto di vista infermiere a domicilio è fondamentale e svolgerà un ruolo perfetto, perché garantirà che la misurazione della pressione arteriosa sia regolare e accurata, diventando parte integrante della cura della persona.

 La pressione arteriosa è molto importante perché rappresenta un indicatore fondamentale della sua salute cardiovascolare: ed ecco perché la sua corretta valutazione fatta anche domiciliare è importante perché può prevenire potenzialmente le complicanze migliorando la qualità della vita del paziente.

Quindi questa misurazione fatta a domicilio può offrire tutta una serie di vantaggi e di comfort per il paziente, il quale non dovrà spostarsi in ospedale, e quindi avrà meno stress, riuscendo a capire quella che è la sua pressione arteriosa in un contesto più familiare.

Ovviamente per avere questo tipo di risultato sarà fondamentale coinvolgere un infermiere esperto che istruisca il paziente, monitorando attentamente il suo processo relativo alla pressione arteriosa.

Quest’ultimo aspetto è molto importante proprio perché un infermiere a domicilio di alto livello sarà essenziale per educare il paziente sulla corretta tecnica di misurazione della pressione arteriosa, e cioè significa insegnargli le posizioni adeguate, nonché la frequenza raccomandata delle misurazioni e anche l’insegnamento su come scegliere il bracciale.

Ovviamente l’infermiere si prenderà la responsabilità per quanto riguarda la scelta dell’apparecchiatura di misurazione adeguata e della corretta calibrazione, dovendo mostrare al paziente anche come utilizzarla, in modo da garantire risultati concreti e curati.

 

Altre cose da considerare per quanto riguarda queste misurazioni

La pressione arteriosa è molto importante spesso può variare in base a fattori specifici come dieta, attività fisica e stress della pressione: ed ecco perché sarà importante un’infermiera a domicilio il quale dovrà monitorare regolarmente questa pressione, in modo da individuare eventuali variazioni e intervenire in maniera veloce e tempestiva.

Un Infermiere a domicilio inoltre lavorerà in contatto col team che si prende cura del paziente, comunicando in maniera veloce i risultati della misurazione, e contribuendo al contempo a un piano di cura che sarà personalizzata ed efficace.

 Tutto questo è possibile anche grazie al fatto che un infermiere a domicilio è formato e addestrato proprio riconoscere segni di ipertensione, ma anche altre condizioni correlate, potendo implementare anche interventi preventivi, come per esempio modifiche nella terapia farmacologica attività fisica e dieta è sempre però in collaborazione col medico curante.

Teniamo presente però che nonostante tutti i vantaggi che abbiamo detto ci possono essere delle sfide per quanto riguarda questa misurazione della pressione che viene fatta al domicilio, nel senso che la variabilità nell’esecuzione corretta di tale misurazione da parte dei pazienti è una preoccupazione concreta: ed ecco perché un infermiere per affrontare questo problema fornirà istruzioni dettagliate, ma anche frequenti sessioni di formazione per garantire una corretta esecuzione.

Trasporto infermi

Come possiamo immaginare un servizio di trasporto infermi è un servizio molto importante e soprattutto un servizio molto delicato non solo per le persone coinvolte rispetto allo stesso che magari hanno bisogno di essere trasportati dall’ospedale a casa loro, ma sono molto importanti anche per le famiglie che si possono trovare in difficoltà per gestire delle situazioni del genere.

 

Intanto stiamo parlando di un servizio privato e quindi un servizio a pagamento e rispetto invece a quello che dicevamo delle famiglie, le stesse magari spesso non sanno come fare ad aiutare queste persone che hanno bisogno di andare da qualche parte e non possono andarci in macchina, o non possono andarci con un bus o utilizzando altri mezzi in poche parole.

 

Se per esempio devono andare dall’ospedale ad un’altra casa di cura per un percorso particolare per esempio di riabilitazione, siccome non è un servizio che viene messo a disposizione dalle ambulanze pubbliche, è chiaro che bisognerà fare riferimento a questi servizi privati che aiutano le persone da tanti punti di vista.

 

Tra l’altro parliamo di automezzi questi in dotazione delle cooperative e società di autoambulanze private che hanno tutti gli strumenti e le dotazioni a bordo come succede con l’ambulanza pubbliche e parliamo per esempio di ventilatori, monitor cardiaci, farmaci salvavita, così che il paziente possa essere supportato in tutto il viaggio anche per esempio ove dovesse avere qualche crisi.

 

Spesso le persone hanno paura che queste ambulanze private non siano come quelle pubbliche, e   in realtà non solo per quanto riguarda le attrezzature che già menzionavamo, ma anche i professionisti sanitari che ci saranno all’interno dovranno seguire le stesse regole e gli stessi protocolli e parliamo dell’autista, come parliamo anche di infermieri e paramedici, e in certi casi complessi e specifici anche dei medici.

 

Praticamente l’unica differenza non da poco naturalmente, tra il mondo delle ambulanze pubbliche e quello delle ambulanze private è che le prime non li paghiamo o comunque le paghiamo indirettamente con le tasse, mentre i servizi delle seconde dobbiamo pagarlo direttamente dopo il suo espletamento.

 

Organizzare in anticipo un trasporto sanitario per una persona cara è sempre un’ottima idea

 

Per quanto riguarda organizzare in anticipo questo trasporto sanitario per una persona o, meglio, per un paziente che è veramente Inferno è chiaro che l’organizzazione fa sempre la differenza in questi casi.

 

Anche perché magari può anche darsi che viviamo in una grande città e quindi ci culliamo del fatto che ci sono tante di queste realtà che offrono noi questo servizio, facendo finta però di dimenticare che anche la domanda è alta e soprattutto che non tutte queste società di autoambulanza in questo caso hanno lo stesso livello come per qualsiasi settore.

 

Altrimenti rischiamo di trovare una società di ambulanze che magari ci ha consigliato un amico che ha già usufruito di questo servizio, oppure l’abbiamo trovata grazie alle recensioni e poi quando li contattiamo ci diranno che per quella data che ci serve quel tipo di servizio specifico non sono disponibili.

Pazienti dializzati

Fra le diverse tipologie di degenti e di individui, i quali è possibile che possano avere bisogno di servirsi, perfino regolarmente, di un’autoambulanza privata, esiste certamente la parte dei pazienti dializzati che, appunto, basandosi sulla loro situazione clinica sono inclusi nella tipologia di individui deboli e di gente che di frequente necessita di recarsi e ritirarsi da molti ambulatori, strutture cliniche, ospedali e le altre cose. La gente che è in dialisi ha la necessità di essere particolarmente sostenuta e specialmente, in diversi giorni della settimana, ha bisogno di essere sottoposta a tale terapia, la quale è possibile che possa provocare scompensi eccessivi. Di conseguenza, con l’obiettivo di ridurre la tensione il più possibile consentendo di potersi spostare tranquillamente, è stata predisposta, addirittura, una prestazione di un’ambulanza privata alla quale è possibile accedere. Non occorre dimenticare, in nessun caso, che non esiste diversità fra l’ambulanza privata e la stessa pubblica. Ovvero non sussiste diversità per ciò che concerne il veicolo e le figure professionali che ci sono a bordo. Contrariamente la prestazione contiene delle diversità, come è probabile che sia la questione che un’ambulanza privata è legata allo spostamento dei degenti, invece quella pubblica ai bisogni urgenti.  L’ambulanza pubblica, raramente, è fornita alle persone che devono essere sottoposte a dei controlli, nonostante è probabile che questi risultino importantissimi. Per il fatto che, in ogni caso, occorrerebbe affrontare un intero team di individui, i quali, al contrario, hanno la possibilità di entrare in contatto con la ditta che procura la ‘prestazione dell’ambulanza privata, prendendo un appuntamento per lo spostamento, fornendo ogni dato necessario di cui si dispone. Il luogo da cui partire, e quello nel quale arrivare, la cartella clinica del degente, la quale verrà esaminata consentendo di poter fornire un’assistenza adeguata nel corso dello spostamento. Il preventivo sarà analizzato e diffuso in anticipo rispetto al momento in cui dovrà avvenire lo spostamento.

 

Cosa aspettarsi da una prestazione di un’ambulanza privata

In primis occorre ricordare che nel momento in cui ci si avvale della prestazione di un’ambulanza privata, che questa consiste praticamente in un’opera personalizzata, adattata ai bisogni di un degente colpito da una determinata malattia. Piace ad ogni persona il fatto di ottenere delle prestazioni che considerano chi si è e quello che potrebbe occorrere, però tale senso di riconoscenza si amplifica in modo esponenziale nel momento in cui vengono considerate le proprie necessità ospedaliere. Perciò si dispone di una ditta che, rivolgendosi in anticipo, probabilmente esaminerà la propria cartella clinica, e basandosi sulla propria situazione ospedaliera potrà essere in grado di mettere a disposizione del personale specializzato di svariato genere a bordo dell’ambulanza privata. Per di più, visto che tale veicolo risulta organizzato per molteplici usi, si potrà stare a proprio agio, indipendentemente dalla propria malattia, dal proprio stato fisico e dalla propria disabilità. Nell’ambulanza privata è prevista la presenza della carrozzina, come è possibile pure trasferirsi stando distesi sulla barella, però in special modo è possibile ottenere il supporto continuo di qualcuno che collabori quando la propria salute richiede un controllo incessante della propria condizione fisica. La maggior parte della gente, a causa di uno spostamento, potrebbe essere sottoposta a delle conseguenze negative, e quindi di frequente ciò intimorisce i degenti e la gente cara vicina a chi è stato afflitto da una malattia.

Iniezioni a domicilio

Sono molte persone che per problemi relativi alla loro salute potrebbero avere bisogno di iniezioni a domicilio e parliamo di cure mediche regolari o terapie, che richiedono l’uso di farmaci somministrati per via sottocutanea o intramuscolare.

 

Grazie a questo servizio a domicilio garantito da professionisti e professioniste quali infermieri e infermiere, i pazienti in questione potranno ricevere queste iniezioni comodamente a casa propria senza andare in una struttura medica o senza recarsi in ospedale e tutto ciò diventa fondamentale, per esempio, per le persone anziane che hanno difficoltà di deambulazione o persone che hanno una qualche forma di disabilità, o persone che hanno le patologie croniche.

 

Teniamo presente che gli infermieri a domicilio fanno parte dell’assistenza infermieristica domiciliare appunto e svolgono un ruolo importante non solo per le persone che stavamo menzionando e quindi di conseguenza anche per le loro famiglie che altrimenti non dovrebbero come fare e già questo non sarebbe poco.

 

Ma soprattutto poi il loro servizio diventa in generale importante per la collettività, perché grazie a loro si evita di intasare gli ospedali e abbiamo visto negli anni del coronavirus quanto possa essere dannoso anche se in quel caso era obbligatorio.

 

Proprio in quegli anni abbiamo forse capito o almeno si spera, quanto possa essere importante l’assistenza sanitaria domiciliare, perché in quegli anni, per esempio, abitava a delle persone anziane dove andare in ospedale o dove andare in una guardia medica o in un qualche laboratorio per i prelievi.

 

Persone che quindi non ci andavano anche per evitare di contrarre il virus e a parte quegli anni così estremi e così drammatici, se vogliamo che le persone possano avere soddisfatti i loro bisogni sanitari l’assistenza domiciliare non solo per quanto riguarda gli infermieri, ma anche per altre figure professionali va sempre incentivata.

 

Anche perché gli infermieri in questione a parte somministrare queste iniezioni potranno fare tante altre cose come, per esempio, la misurazione dei parametri vitali, la gestione delle ferite o una eventuale gestione di dispositivi medici quali stomie o cateteri, fino ad arrivare in certi casi anche addirittura alla rimozione dei punti di sutura.

 

La figura dell’infermiere a domicilio è una figura molto importante per la collettività

 

Quando parliamo di un argomento così delicato non possiamo non ricordare l’importanza e la difficoltà di cercare un professionista in questo settore o una professionista, non perché le opzioni mancano, ma anzi al contrario perché ce ne stanno tante.

 

Anzi le persone vanno in confusione perché poi a parità di prezzo a parte convocare questi professionisti per un colloquio non sappiamo quale possano essere i nostri criteri di scelta e possiamo andare realmente in difficoltà.

 

Soprattutto quando poi abbiamo fretta magari per una persona cara che ne ha bisogno di queste iniezioni, un qualcosa che potrebbe venirci incontro riguarda la possibilità di rivolgerci ad una qualche cooperativa che si occupano loro di cercare un o una professionista in questo settore, in base alle esigenze che abbiamo rispetto a questo servizio come giorni e anche come orari.